Psicosport

Telecronisti molesti


ballott,jpeg.jpg

Avete fatto caso a cosa dicono i commentatori delle partite dell'Italia su RAI uno? E a come lo dicono? Beh, fateci caso qui non si tratta soltanto del diluvio di banalità che vengono riversate per ore e ore in attesa della partita e che continuano per altrettante interminabili ore  fino al giorno dopo. Si tratta piuttosto di un diluvio di commenti insulsi sulla gara stessa che denotano una cialtoneria che supera ogni limite di decenza.  Un commento significativo ci arriva dal blog "football manager"da Tiazza il 18 Giugno 2012: "Quest’anno la Rai ha preso l’esclusiva per trasmettere le partite, sicuramente un gran bel colpo. Questo è servizio pubblico, gli Europei sono di tutti, non di chi ha un abbonamento o una parabola. Tutto perfetto, pre-partita, partita, post-partita, post-post-partita. Forse fin troppo. Poi però che succede? Gioca l’Italia ......     (1 commento)

Calcio e religione


calcio_fiorentino_1688.jpg

Oggi sul supplemento Sette del Corriere, Roberto Perrone presenta una disamina a più voci sulla amoralità calcio e la sua supposta crisi morale. L’articolo punta sul fatto che lo sputtanamento del mondo pallonaro e il venir meno del suo ipotetico valore pedagogico dipenda fondamentalmente dall’ennesimo scandalo delle scommesse. Scandalo che viene imputato al maligno infiltrarsi di quelle pressioni sociali che suggeriscono l'adozione di "trucchi e scorciatoie" nella vita di tutti i giorni. Insomma, nell'eterna lotta tra il bene e il male, alcuni sarebbero caduti nella tentazione diabolica di truccare le partite per vincere le scommesse. Ippica, pugilato, corse dei cani, combattimenti di galli, Palio di Siena, lotte più o meno clandestine di uomini, cani o rospi, prese nell'insieme testimonierebbero l'umana propensione per la scommessa e il trucco come se questo fosse ......     (2 commenti)

Super Mario Balotelli


balotelliunder211.jpg

Potete andare sul sito della gazzetta a guardare cosa è successo. Niente uh uh come verso della scimmia al négher Balotelli. Almeno non sono troppo udibili nelle riprese come le altre volte. Poi osservate la pena nel suo volto di 19enne e la tristezza mista a vergogna del portiere Toldo. Tutti consolano Super Mario (il miglior calciatore italiano con Totti) e lui fuori dai denti inveisce senza volgarità su una città - “il pubblico di Verona ogni volta che vengo a giocare qui mi fa sempre più schifo” - da sempre alle cronache per razzismo nazifascismo, omofobia e per il suo “pittoresco” sindaco Tosi, ex naziskin. Il giovane asso del calcio italiano ha sostanzialmente ragione ad averne piene le scatole e per altro si esprime con calma e senza livore in un’intervista impeccabile. Il pubblico di quasi tutti gli stadi europei assomiglia molto a quello di Verona. Un pubblico che appare in ......

Calcio e l'arte della guerra


foto.jpg

Lazio Bari non sarà mai Real-Barça eppure è stata una partita perfetta. Alcuni l'hanno definita noiosa nei primi 45 minuti eppure proprio in quella lunga partita di scherma iniziale risiede il fascino di uno sport che da troppo tempo si è piegato ad una logica televisiva che non sempre ci ha regalato emozioni autentiche, semmai emozioni talvolta indotte da cronisti compiacenti. Sun Tzu avrebbe apprezzato il match in questione. Tre quarti di ora dove un occhio attento avrebbe scorto il tema fondamentale di ogni vera battaglia: il necessario e fondamentale rispetto dell'avversario considerato come capace di immaginare la strategia dell'altro e così vicendevolmente. Una squadra nota a per il suo gioco avvolgente contro l'altra conosciuta per le sue rapide incursioni verticali. I due mister anziani e sornioni si è capito che si sono studiati approfonditamente e forse il laziale con maggiore ......

Calcio violento


derby.gif

Il linguaggio si rinnova in modo incessante per cui sorgono di continuo nuove espressioni che sostituiscono le vecchie. Si tratta di invenzioni di singole persone che hanno successo in quanto riescono a dare voce a stati d'animo nei quali tutti noi ci riconosciamo. "Saltare l'uomo", "uno contro uno", sono delle espressioni del gergo calcistico che vengono oggi utilizzate a tappeto dai cronisti sportivi, come è risultato evidente dalle radio e dalle telecronache degli ultimi mondiali. Praticamente scomparsa invece la vecchia espressione inglese  "dribbling" che faceva riferimento ad un gioco di abilità,  mentre le nuove espressioni che si sono diffuse alludono molto di più all'aspetto guerresco dell'impresa sportiva. Non è certo un caso quindi che i cronisti evochino spesso la necessità che la squadra del cuore possa "far male" in qualche modo ......

Allo Stadio


balotmurinho.jpg

Mercoledì 5 maggio sono stato invitato allo stadio per assistere alla finale di coppa Italia a Roma. Per un caso avanzava un biglietto e così un mio amico mi ha offerto di andare a vedere la partita. I nostri posti non erano dei migliori- la visuale limitata dai cartelloni che circondano il campo da gioco- nonostante ci trovassimo in tribuna. Nei giorni precedenti la finale già si respirava un clima arroventato, polemiche a non finire sugli arbitraggi, su un “inciucio” tra Inter e Lazio, sulle provocazioni di Mourinho e tanto altro. Lo stadio non ha disatteso le aspettative: minacce di morte alla tifoseria avversaria, striscioni contro l’arrendevolezza della Lazio, insulti, urla, cori e fumogeni. Ma questo fa parte del gioco, di quell'effervescenza collettiva, degna dei riti più sentiti, che rende il calcio molto più di un semplice passatempo. Ciò su cui non si può tacere è la ......     (1 commento)