Psicociarpame

I superpoteri della pubblicità


testimonials.gif

La “Lettura” del sabato del Corriere della Sera ci propone un articolo del sociologo Evgeny Morozov: “Stai piangendo? Ti vendo i fazzoletti” che presagisce uno scenario dai colori persecutori, in cui ben presto potremmo essere calati, lanciando un allarme nei confronti dell’invasività di sensori, non solo testuali, che sarebbero in grado di cogliere i nostri segnali neurofisiologici e di leggere le nostre emozioni. Partendo dall’esempio di due recenti prodotti tecnologici potenzialmente “utili” - l’automobile che rallenta quando rileva un calo di attenzione e la scrivania che registra la quantità di calorie bruciate e regola di conseguenza la sua altezza - l’autore passa poi a chiedersi “...in che modo un mondo pieno di sensori in grado di segnalare e analizzare segnali non linguistici possa indurre mutamenti in un settore come quello della pubblicità”. La cosa ......

Borsette e Marchette


05.jpg

Ha un nome e un cognome - ci assicura la redazione di Milano del Corriere della sera – la signora di Osaka che avrebbe scambiato alla cassa la sua borsetta di Hermes pagata 1.950 euro con un’altra borsetta di coccodrillo che aveva un prezzo di 32.000 euro. Ma poi subito aggiunge che – sebbene la signora avrebbe pagato con carta di credito (!) - sarà difficile individuarla tra i tanti turisti giunti a Milano per il salone del mobile.Insomma – nonostante non si tratti precisamente di un giornaletto da quattro soldi – questa sedicente notizia ci offre tutti gli estremi per poter pensare male e per pemetterci di classificarla tra le cosiddette “bufale” o più precisamente “marchette”. Il fenomeno non è nuovo e riguarda tutta una serie di pseudonotizie che quotidianamente vengono sfornate da sedicenti agenzie di stampa. Notizie che che hanno a che fare con la presenza di cosiddetti Vip in ......     (1 commento)

Nel nome di Dio !


Jesus Camp è uno sconvolgente documentario del 2006 diretto da Rachel Grady e Heidi Ewing su un campo esitvo dei pentecostale per dei bambini che passano la loro estate a sviluppare i loro "doni profetici" e ad imparare come "restituire l'America al Cristo". Oltre che suscitare una profonda indignazione, il filmato mette in luce come viene costruito ad uso e consumo dei bambini un rituale apparentemente "liberatorio" attraverso un uso puramente suggestivo delle parole e della musica. Non solo i metodi usati vanno contro ogni principio educativo essi vanno contro ogni buon senso, legittimando l'uso della violenza a scapito di quei barlumi di spirito critico di cui questi bambini potrebbero essere dotati ......     (1 commento)

Un cervello per amare?


cervello muscolare.jpg

Non manca settimana che non ci venga proposto qualche ulteriore “avanzamento” nel campo delle neuroscienze e non si capisce bene dove voglia andare a parare questo flusso continuo di informazioni. L’ultimo di questi "avanzamenti" data il 12 Aprile su Repubblica, dove Sara Ficoncelli riporta la convinzione del plurititolato “scienziato” William C. Mobley che esista la possibilità di “intervenire sulla chimica neuronale e in particolare sulla capacità del cervello di provare empatia e compassione, due emozioni fondamentali, alla base del sentimento amoroso" Ora non si capisce bene, di questi articoli, se vadano presi come intermezzi scherzosi con i quali il lettore viene intrattenuto per il ridicolo delle affermazioni del dottor Mobley, come dire un remake del dottor Stranamore, oppure come un minaccioso avvertimento circa il fatto che sia inutile opporsi ad uno sciocco modo di ragionare ......     (1 commento)

Psicoballe


levitazionegraiana.jpg

Registriamo con piacere il fatto che il tema dello “Psicociarpame” sia stato recentemente preso in considerazione da Le Scienze che dedica il numero di settembre 2010 della rivista Mente e Cervello a quelle che vengono chiamate "Psicoballe".  Il sottotitolo è altrettanto accattivante : Istruzioni per smontare i miti della psicologia popolare.  Encomiabile iniziativa dal punto di vista del nostro sito che, come è noto a chi ci segue, mira a stimolare la creazione di anticorpi contro tutte le forme di manipolazione mentale. Anche se l’iniziativa di Scienze risulta in leggera contraddizione con un titolo (solo il titolo) che lo stesso giornale aveva usato per pubblicizzare uno dei suoi precedenti numeri “La scienza dell’amore felice”.Le psicoballe che le Scienze si preoccupa di smontare sono alcune affermazioni semplificatorie di tipo allarmistico come “basta un bicchiere per ......     (1 commento)

Tutto dipende dalla chimica!


amore-eterno.jpg

Grande Fiera della Banalità su La Repubblica di martedì primo giugno: il carattere è scritto nella chimica ecco gli ormoni della personalità- ci viene detto a proposito dei risultati di una recente ricerca dell’antropologa Hellen Fischer, secondo cui l’umanità può essere divisa in quattro tipi- pionieri, fondatori, diplomatici e scopritori- a partire da una sorta di “oroscopo degli ormoni”. Secondo codesta teoria il carattere di un individuo sarebbe determinato, sin dalla nascita, dalla distribuzione relativa di determinati ormoni che ci spingono a reagire in modo differente a stimoli e segnali. Ne conseguerebbe che alcune di queste personalità, per così dire, ingranano tra loro, mentre altre sono incompatibili e che quindi l’amore e l’amicizia siano spiegabili in base alla distribuzione di testosterone, estrogeni, noradrenalina, dopamina, serotonina e oxitocina ......

Festa in maschera a casa Vespa


morgan_f5b0.jpg

Siamo in pieno carnevale e come di dovere Porta a Porta allestisce una impeccabile festa a tema. Din dong, avanti Morgan, special guest. Lo stravagante cantante, cantautore, presentatore televisivo nonché marito di Asia Argento, oggi è al centro di una bufera mediatica per le sue affermazioni sulla droga “la uso per combattere la depressione, me l’ ha consigliata uno psichiatra!”. Piano piano gli ospiti arrivano, tutti rigorosamente mascherati. Prima la Meloni travestita da ministro della gioventù, poi Livia Turco travestita da deputato; il corteo è composto da preti, filosofi e psichiatri, giusto per non far torto a nessuno. Ovviamente, la prima mezz'ora si passa per i saluti. Morgan si presenta: “Non volevo dire quello che ho detto, soffro di depressione, c’ è stato un equivoco!!!” e tutti gli altri fanno altrettanto: “La droga fa male!.. dovresti essere un esempio per i ......

Be stupid!


be_stupid_be_diesel_01.jpg

Avrete certamente notato la nuova campagna pubblicitaria della Diesel, che lancia la parola d'ordine "Be Stupid", sii stupido. Daniela Monti sul Corriere di oggi ci suggerisce che questo messaggio andrebbe a toccare una convinzione che sembrava incrollabile - la stupidità come una tara, come un non-valore - mentre potrebbe essere una delle tante cose da mettere in discussione. Forse - essa aggiunge interpretando il messaggio di Diesel  -potrebbe non esserci niente di stupido ad essere stupidi. Si tratterebbe quindi di un ribaltamento di valori, e i giovani ne rimarrebbero folgorati a giudicare dai 340mila fans su facebook e i migliaia di contatti sul sito. A noi non sembra che il messaggio abbia a che vedere con il ribaltamento dei valori quanto piuttosto con un ribaltamento di parole. Al posto della parole intelligente viene messa la parola stupido e al ......     (6 commenti)

Meglio il body scanner che un kamikaze!


cyberware_wholebody.jpg

Così titola in prima pagina il Corriere a proposito delle contestazioni al body scanner fatte in nome della privacy. Ohibò, diremo anche noi, come non si può convenire con tale sana affermazione? Certo che è meglio un body scanner di un kamikaze, non ci possono essere dubbi in proposito! Ed eccoci quindi pronti a ridicolizzare in modo compatto i sostenitori della privacy, quei bacchettoni che sembrano scandalizzarsi perfino all'idea di vedere "nudo" con l'aiuto di raggi X  Eccoci quindi pronti a spiegare a questi ingenui - con l'aiuto dell'articolo di Pierluigi Battista - che le nostre vite sono già tutte tracciate, dalla nostra carta di credito ai nostri movimenti nel mondo dei trasporti, fino ad arrivare al dettaglio delle nostre spese al supermercato. In questo modo la questione centrale su cui viene attirata la nostra attenzione diventa quella di una ......     (1 commento)

Ossessioni di paternità?


Coloro che ricorrono al test del DNA per accertare la paternità dei propri figli sarebbero affetti da “ossessioni di paternità”. Sembra non avere dubbi in proposito lo “psicoanalista” Fulvio Scaparro – ci riferisce Maria Novella de Luca dando ampio spazio alle sue affermazioni  su La Repubblica del 23 Novembre. Secondo Scaparro dietro questo universo hi-tech si nasconde “una figura maschile poco diversa dal passato, legata a modelli arcaici” Ora non c’è dubbio che lo stereotipo del maschio geloso e paranoico di cui parla Scaparro possa esistere realmente in alcuni ambienti culturali flagellati dall’ignoranza e dalla logica della sopraffazione. Tuttavia casi del genere andrebbero considerati come un’eccezione e soprattutto la loro esistenza non deve farci dimenticare che chi oggi persegue un dubbio di paternità – giusto o sbagliato che esso sia – il più delle volte lo fa perché ......     (2 commenti)

Grande scoperta! Il QI non è tutto!


Transessuali: paladini della libertà di espressione?